BOMINACO E LE GROTTE DI STIFFE: ITINERARIO TRA ARTE E NATURA

Data
Venerdì, 25 Maggio, 2018 - 07:30
Costi
Vedi programma allegato
Programma
Indirizzo
Piazzale dei Partigiani

 Bominaco è uno dei borghi più piccoli e più belli d’Italia, che nel 1254 contribuì alla fondazione della nuova città dell'Aquila voluta dal re Federico II di Svevia. Inseritosi successivamente nelle lotte per il dominio tra Angioini ed Aragonesi, nel 1423 il paese fu distrutto come atto della secolare lotta tra gli abati del borgo ed i Vescovi che ne volevano avere il controllo. La furia della devastazione lasciò intatti due tesori: la Chiesa di Santa Maria Assunta (XI-XII sec.) e l'oratorio San Pellegrino (XI-XII sec.) che nel medioevo facevano parte del complesso monastico di Momenaco. La chiesa di S. Maria Assunta è considerata una delle massime espressioni del romanico abruzzese, mentre l'oratorio di S. Pellegrino custodisce splendidi affreschi. Riservato alla liturgia dell'antico Monastero benedettino, presenta dipinti parietali, tutti anonimi, che rappresentano una pagina centrale nella storia dell'arte sacra abruzzese del basso medioevo. I temi prescelti sono tratti dall'Antico e dal Nuovo Testamento e rappresentano, in quattro cicli, episodi di storia sacra.

 

Spostamento per la visita naturalistica alle Grotte di Stiffe. Situate nel cuore del Parco Sirente Velino, le Grotte sono uno dei fenomeni carsici più conosciuti d’Italia. Grazie al suggestivo torrente sotterraneo, che forma all’interno della cavità cascate di straordinaria bellezza, la grotta può essere definita una “risorgenza”, ossia una cavità dal cui interno fuoriesce un corso d’acqua, uno spettacolo unico che accompagna il visitatore per tutti i 700 m. di sviluppo del percorso turistico. 

 

Registrati al sito per accedere all'evento!

© Associazione Culturale Sinopie - Piazza Margana, 39, 00186 Roma - (tel) 06.96526460 / cell. 388.3531375

info@sinopie.it