GLI OBELISCHI DI ROMA

Data
Sabato, 27 Giugno, 2020 - 18:30
Costi
10 euro (comprensivi di visita guidata e auricolari)
Indirizzo
Appuntamento in Piazza di Spagna davanti a Babinghton Tea room

 

Origini, trasformazioni e legame con la città

Passeggiata tra storia, cronache, ipotesi, leggende, suggestioni, per una "lettura" un po' più attenta dei monoliti sacri al dio sole, nella città che ne conserva la più alta concentrazione al mondo. In prevalenza egiziani, questi singolari monumenti furono trasportati a Roma dagli imperatori, i primi da Augusto fino all'ultimo aggiunto da Costante II nel Circo Massimo nel 357 d.C. Alcuni obelischi furono invece realizzati in epoca romana con lo stesso granito usato dagli Egizi, privi di iscrizioni oppure con geroglifici immaginari copiati dagli originali. Scopriremo l'Obelisco Flaminio, portato a Roma da Augusto nel 10 d.C. per decorare il Circo Massimo. Simil-egizio è l'obelisco che sorge in cima alla famosa scalinata di Piazza di Spagna. A Piazza Montecitorio, poi, vedremo l'obelisco del faraone Psammetico II (VI sec. a.C.), portato da Augusto a Roma per utilizzarlo come gnomone di un'enorme meridiana. Ma uno dei più famosi obelischi romani è sicuramente quello che corona la Fontana dei Fiumi del Bernini in Piazza Navona che presenta la curiosa particolarità di essere decorato da "falsi" geroglifici egiziani, copiati con tanto di errori grammaticali da scalpellini romani.

 

Note
Visita guidata con un numero limitato di partecipanti (uso del distanziamento e dei sistemi di radio amplificazione sanificati).

Registrati al sito per accedere all'evento!

© Associazione Culturale Sinopie - Piazza Margana, 39, 00186 Roma - (tel) 06.96526460 / cell. 388.3531375

info@sinopie.it